Verona Spritz

De Libertate, la versione di Brancher

senza commenti

Uno stralcio da una recente intervista al politico più potente di Verona:

 Nessun ostacolo in vista?

«La mancanza d’armonia all’interno del PdL. I conflitti tra noi ci sono, ma è tempo che finiscano. Il litigio in politica non è libertà, nè tra maggioranza e opposizione, nè all’interno di ogni singolo schieramento.

Berlusconi stesso, a volte, intende la libertà come l’espressione di tutti i potenziali possibilismi. Non è così. All’interno del PdL ci vuole più struttura e disciplina. Anche la Lega è un partito della libertà, quando Bossi a Pontida inizia a dire “libertà, libertà, libertà” ci trascina tutti alla commozione. (!!! ndr)

 

Ma la Lega è impostata secondo una libertà in cui si deve ubbidire.

Nel Pdl vige una libertà in cui invece si può anche obbedire.

Dovere da un lato, possibilità dall’altro. Su questo è necessario fare una riflessione».

 Insomma, l'alternativa 'filosofica' secondo B. è tra il Casino e la Caserma.
Il risultato delle regionali sembra premiare la seconda…

March 17th, 2010 at 7:48 am

Lascia una risposta