Verona Spritz

Sembrano passati anni luce…

senza commenti

Milano, 14 maggio 1991

L’ultimo sindaco socialista di Milano

Milano è la città della “tolleranza” ed è l’unica città italiana che vanta una secolare tradizione socialista. Paolo Pillitteri, che sarà appunto l’ultimo sindaco socialista, ha cominciato la sua carriera documentando, con il cognato Bettino Craxi, in un film inchiesta, le condizioni degli immigrati meridionali nei primi anni sessanta. Ha di fronte un’emergenza: i tranvieri di un deposito sono entrati in sciopero lamentando di non essere sicuri, per la presenza di un accampamento rom vicino al loro luogo di lavoro. Hanno anche scritto una lettera pubblica, cercando il sostegno dei cittadini per l’espulsione degli zingari. Il sindaco arriva al deposito fermo per sciopero e affronta i tranvieri: “ Siete dei razzisti, dei fascisti, dei nazisti. Voi non siete la classe operaia, vergognatevi! Voi siete la vergogna di Milano!”. Li apostrofa pesantemente: “Siete dei barboni! Tu, con quel braccialetto d’oro! Tu, cosa fai, mi minacci? Lascia stare mia moglie e i miei figli!” Le telecamere riprendono tutto. In pratica, l’ultimo intervento pubblico del sindaco di una città che non vuole essere razzista.

Da Enrico Deaglio  "Patria 1978-2008"  Il Saggiatore

Milano, 26 settembre 2010

Maroni: niente case popolari ai rom


<<Nessuna delle famiglie che saranno allontanate dai campi nomadi regolari di Milano e che hanno i titoli per restare in città, saranno ospitate in alloggi popolari, come originariamente previsto nel piano per l'emergenza rom>>. Lo ha annunciato il ministro dell'Interno Roberto Maroni al termine del vertice sulla cosiddetta «emergenza rom» che si è tenuto lunedì mattina in Prefettura a Milano. «Il campo rom di Triboniano verrà chiuso – ha affermato Maroni – e chi stava dentro e ha i titoli per restare in città avrà una sistemazione, escludendo l'utilizzo di case Aler (di edilizia residenziale pubblica, ndr) o nella disponibilità del patrimonio immobiliare del Comune.

Dal Corriere della Sera 27 settembre 2010

Il razzismo – sottotraccia o palese – è sempre esistito. Sono i politici opportunisti a cavalcarlo, per nascondere i propri obiettivi di potere, a Milano come a Verona.

September 30th, 2010 at 10:02 pm

Lascia una risposta