Verona Spritz

La prova del cuoco

senza commenti

Nell'ultima puntata della soap opera veronese "la Prova del Cuoco" (ovverosia "chi-cucina-chi") dicono che ad essere 'cucinato' nella recente tornata delle nomine nella Fondazione Cariverona sia stato il sindaco. E che sia furibondo.

Quasi quasi mi dispiace. In fondo, l'idea che ci fosse "una presenza determinante del Comune" (che invece paventava il sen. Viviani a commento di un Post di qualche tempo fa) a me non dispiaceva. Piuttosto che le fondazioni bancarie siano rappresentative solo di se stesse – dei 'mostri' come le ha chiamate Giuseppe Turani nel recente convegno alle Campostrini – preferirei un rapporto trasparente con un organo istituzionale elettivo come quello comunale. Con i rappresentanti messi dal Comune nella fondazione che vengono ogni tanto a relazionare sul loro operato. Sono un ingenuo, vero?

Invece ha vinto l'establishment, anche grazie, probabilmente, alla qualità delle persone che ha saputo mettere in campo. A noi veronesi resta il piacere di aver seguito dall'esterno una ennesima lotta di potere. Col naso schiacciato sul vetro della cucina dove si svolgeva la soap.

October 24th, 2010 at 5:26 pm

Lascia una risposta