Verona Spritz

senza commenti

Riceviamo da Renzo Torsi di Castelnuovo (Comitato per l'Ambiente e la Democrazia):

Polo ippico o polo del cemento?

Perché nulla ci viene comunicato di preciso sul progetto del Polo Ippico a Castelnuovo? Questo progetto, che sarà realizzato nell'area Arcese (Contrada Valbruna) andrà fatalmente a compromettere una vasta area verde a ridosso del paese che nel tempo è diventata quasi un oasi naturale, nonostante il permanere di un allevamento di cavalli con relativo spazio coperto per le manifestazioni ippiche, che si inserisce però in modo abbastanza equilibrato nell'area.

Ecco come sarà costituito: Zona 1 – Superficie investita 115.000 metri quadri. Strutture coperte: stalle (250 cavalli); campo di esibizione (4.000 spettatori), uffici, parcheggi per il personale, arena scoperta 100×50 metri ecc., circa 22.000 metri quadri (quanti metri cubi?). Inoltre è consentita la costruzione di 16.650 metri cubi di edifici a destinazione turistico residenziale.
A ciò si deve sommare : Zona 2 – Superficie investita 113.000 metri quadri.
Una volumetria di 24.000 metri cubi destinata ad albergo di 4 piani; (nel primo progetto non c'era), una volumetria di metri cubi 30.000 a destinazione residenziale (prima solo era turistico-residenziale). una volumetria di 10.500 per gli alloggi degli addetti; inoltre sono previsti parcheggi per i visitatori, nelle aree limitrofe al polo di 24.000 metri quadri.
 
Cosa centra l'attività ippica con tutte queste costruzioni ? Di regola non si svolge in ampie zone verdi a contatto con la natura? In particolare cosa c’entrano oltre al residence di 16.500 metri cubi i 30.000 metri cubi di appartamenti? Possibile che oltre a Gardaland dobbiamo avere un altro insediamento di cosi notevoli dimensioni?
 
I dettagli sul progetto possono essere visti sul sito Fap Investments, alla voce Costruzioni Turistico/Residenziale:
http://www.fapinvestments.com/

November 4th, 2010 at 7:18 pm

Lascia una risposta