Verona Spritz

Quando furono salvate le Torricelle

senza commenti

Fu questa immagine che convinse l'allora Giunta democristiana a desistere dal progetto di dare il via libera alla cementificazione delle Torricelle. Correva l'anno 1960. L'architetto Cecchini provò ad immaginare come sarebbe diventato il profilo delle colline se fosse stato dato il 'via libera' alla speculazione privata.

Di fronte all'orrore di quanto sarebbe potuto succedere la Giunta Zanotto (Giorgio) fece un passo indietro e qualche anno dopo, con l'entrata dei socialisti in Giunta e la nascita del primo centro sinistra fu adottato il piano di salvaguardia delle Torricelle, che le ha preservate (o quasi) fino ad oggi. 

Altri tempi, altri uomini.

Ora i nostri amministratori illustrano in pompa magna (con l'Arena a fare da reggicoda) il Piano degli Interventi per Verona Sud. Cos'è, direte voi?

E' la  somma di oltre 70 interventi di privati a Verona Sud 'a macchia di leopardo' senza un disegno generale che li raccordi con il territorio e ne valuti la sostenibilità, senza nessuno studio sulle ricadute in fatto di mobilità. Con la Fiera e il suo megaparcheggio che tagliano in due la città storica dalla nuova 'metropoli' piena di Centri Commerciali e grattacieli.

Prima il Comune faceva il piano e i privati erano obbligati a rispettarlo, oggi sono i privati a fare i piani (propri) che il comune presenta come suoi!

February 5th, 2011 at 6:15 pm

Lascia una risposta