Verona Spritz

In memoriam

senza commenti

Al grande Giulio che è scomparso in questi giorni e che fu il mio amato professore al Maffei voglio dedicare questi due ricordi personali.

Il primo si riferisce a quando ci raccontò di essersi comprato, 'da vecchio', la prima auto della sua vita. "Non saprete mai  – diceva a noi che eravamo allora appena lambiti dal primo consumismo – che gioia mi ha dato la mia prima auto. La sognavo da tempo ed oggi che finalmente l'ho raggiunta è come se avessi uno straordinario giocattolo con cui divertirmi. Occorre sempre tenersi vivo un desiderio – ad ogni età –  e raggiungerlo non subito e non troppo facilmente. Solo con l'attesa potrete apprezzare il gusto 'pieno' del desiderio raggiunto".

Il secondo insegnamento riguardava la nostra futura professione: "Attenti a scegliervi un mestiere che vi piace. Passerete più tempo insieme al vostro lavoro che con vostra moglie. Non fate l'errore di sceglierlo per mero interesse economico. Niente vi ripagherà dell'infelicità cui andrete sicuramente incontro".

Se qualcun altro dei vecchi studenti di Giovanni Giulietti leggesse questo Post e volesse aggiungere i propri ricordi ai miei sarà il benvenuto.

February 21st, 2011 at 9:36 pm

Lascia una risposta