Verona Spritz

Promuoviamo il Museo della Città a Castel San Pietro!

con 5 commenti

Nella conferenza stampa del 26 maggio Massimo De Battisti con Mauro de Robertis e Umberto Toffalini del Partito Socialista ha lanciato la proposta di realizzare il Museo della Città a Castel San Pietro. Facendo seguito alla conferenza stampa De Robertis ha presentato e fatto approvare dalla Giunta un Ordine del Giorno in sede di discussione del Bilancio. L'Ordine del Giorno prevede lo stanziamento di 50.000 € per lo studio di fattibilità del Museo della Città di Verona. Ora l'Ordine del Giorno dovrà tornare in Giunta, ma un primo passo è stato fatto.

Ecco una sintesi degli argomenti a favore del Museo:

  • Che cos’è un museo della città?

E’ una istituzione che promuove la conoscenza e la visualizzazione dello sviluppo economico , culturale e civile di una comunità cittadina attraverso documenti, testimonianze, opere d’arte e reperti storici significativi per illustrare il formarsi della città nelle sue tappe fondamentali.

  • Perché a Verona?

A Verona manca un museo che illustri il percorso della sua storia bi-millenaria a partire dalle origini pre-romane. Tanto più è necessario nella nostra città perché Verona – a differenza di altre città del Nord (e forse esclusa solo Roma) – ha una presenza strategica in tutte le epoche storiche: da Roma al Medioevo, dalle Signorie al Rinascimento,  dal Risorgimento ai nostri giorni.

  • A cosa serve un museo della città
     
  • alla celebrazione di un'identità comune, il senso delle proprie radici e la valorizzazione delle diverse tradizioni che hanno contribuito al suo sviluppo
  • come  punto di partenza per la scoperta della città, in modo da invitare i visitatori a guardare con occhi nuovi, più informati e più disponibili, quanto incontreranno nella loro visita a Verona
  • come centro di raccolta, di conservazione e di esposizione di tutte le testimonianze storico artistiche riferite alla città. I vari fondi e raccolte ora dispersi in molte sedi (e nei magazzini) troverebbero qui  la collocazione ideale e unitaria
  • come  centro promotore di iniziative che partendo anche dalla storia urbanistica ed economica di Verona possano indicare  la direzione di sviluppo della città futura
     
  • Perché a Castel San Pietro?

Si tratta del luogo ideale sia per la sua collocazione nei luoghi dove nacquero i primi insediamenti, sia per la continuità fisica ed ideale col museo archeologico del Teatro Romano, sia per l’eccezionale posizione dominante su tutto l’insediamento urbano. Se a questo si aggiunge il recupero della funicolare…

  • A chi potrebbe interessare?

Ai turisti per avere un’immagine unitaria della storia della città, agli studenti per conoscere direttamente le fasi della stioria di Verona,  ai cittadini per riscoprire le radici della propria comunità

  • Quali sono gli esempi cui riferirsi?

Tra le città confinanti Brescia ha un museo cittadino (santa Giulia) che parte da Roma e dalle testimonianze longobarde per arrivare fino alla dominazione  veneziana. A Mantova  il Museo della Città (Palazzo San Sebastiano) presenta un importante nucleo di opere, appartenenti alle Collezioni Civiche che formavano l’ottocentesco Museo Patrio, che racconta i momenti più emblematici della storia di Mantova. I due musei  organizzano periodicamente mostre temporanee che illustrano vari aspetti e eventi della storia cittadina. Ma ci sono musei della città nelle principali mete turistiche: Parigi, Londra, Amsterdam, Madrid, Praga, Roma (Palazzo Braschi), Rimini, Ancona, Bologna (di prossima apertura a cura della Fondazione Cassa di Risparmio di Bologna).

May 25th, 2011 at 10:11 pm

5 risposte to 'Promuoviamo il Museo della Città a Castel San Pietro!'

Iscriviti ai commenti tramite RSS or TrackBack verso 'Promuoviamo il Museo della Città a Castel San Pietro!'.

  1. Ottima idea! Un modo per riuscire a vedere la nostra città attraverso i mille colori della sua storia, come indossare finalmente delle LENTI che ci aiutino a mettere a fuoco un insieme che a prima vista, nella sua ricchezza, può apparire mischiato e confuso. Scardinare la MONTATURA della città e svelarne il suo fascino senza tempo, come un bell'abito VINTAGE, senza epoca e senza età!

    gianluca

    26 May 11 alle 12:44

  2. Bellissima iniziativa!!!

    SILVIA

    26 May 11 alle 14:24

  3. Sarebbe davvero utile! Anche per chi, come me, si trasferisce in questa bellissima città, ma vorrebbe saperne di più sulla sua storia, sui  suoi monumenti. Ma sarebbe ancora più utile un museo vivo e aperto alla città, non rinchiuso in sale fredde e umide (come di solito siamo abituati a pensare ad un museo), che sappia autopromuoversi, con iniziative anche fuori dal palazzo, ma proprio nei luoghi della città! Certo…prima però bisogna crearlo!
    Grazie
    Debora

    Debora

    27 May 11 alle 08:43

  4. E' incredibile che a Verona, città a vocazione turistica per eccellenza, da sempre così amata e citata da artisti, scrittori e viaggiatori italiani e internazionali di ieri e di oggi, non ci ancora un Museo della Città!
                                                                                         INDIGNAMOCI!

    mariella de battisti

    27 May 11 alle 20:34

  5. Verona è notoriamente una magnifica città mal amministrata da sempre, con la classe diriginte, economica e politica, che salvo rarissime eccezioni ha solo saputo gestire il quotidiano, il facile, il consenso. Mai un'idea diversa, mai un grande progetto, mai un sogno, invece tante chiacchere, tante promesse, tante consulenze per zero fatti.
    Tanto che le due inusuali, per Verona, costruzioni recentemente completate in via Francia della ZAI hanno del fiabesco, sembrano fuori posto, ma per fortuna qualcuno ha osato! (progettisti e amministratori)
    L'idea di un Museo della Città a Castel San Pietro è validissima per tutte le note ragioni abbondantemente esposte da altre persone.
    Non ci resta che parlarne e ..sperare.
    Forza!

    Alessio Stella

    16 Jun 11 alle 12:18

Lascia una risposta