Verona Spritz

Il festival dei cretini

senza commenti

Di ritorno dalle ferie in Sicilia ho trovato questi contributi di Roberto che pubblico tutti insieme anche perchè hanno un denominatore comune: la stupidità della classe dirigente veronese e non.

La questione morale e la Bindi smemorata

Sono passati trent’anni dall’intervista di Berlinguer che accusava gli allora partiti di governo di aver “occupato lo stato attraverso una guerra per bande”, dimenticando di essere l’orgoglioso segretario di un partito marxista-leninista che in altri stati praticava la dittatura e l’occupazione totale dello stato e pure del fatto che per due anni e più aveva sorretto il governo Andreotti (l’Andreotti allora amico della mafia).

Oggi come nel 1992, la “questione morale” viene utilizzata come strumento di lotta politica e non è un caso che tra le persone che più se ne servono ci sia Rosy Bindi.
Come tutti ‘i duri e puri’ anche Rosy, di cui ricordo l’antisocialismo viscerale, dimentica le nubi del suo passato. Certamente non le fa piacere ricordare che la sua campagna elettorale delle elezioni europee 1989 nella circoscrizione Nord Est dov’era candidata (ed eletta) fu condotta totalmente in tandem con lo stesso Andreotti e che nel 1992 la Rosy diventò all’unanimità segretaria della Dc veneta essendo candidata dal senatore Bernini e da altri tangentari, chiedendo loro subito dopo di non farsi più vedere….

Ora usa l’arma contro gli ex comunisti del PD e sarà interessante vedere come finirà (ma questa è un’altra storia)…

L’inno senza bollino blu

Quello di Mameli è inno nazionale provvisorio. Quando il parlamento lo voterà come definitivo, io mi alzerò.

Enzo Flego, ex deputato ora consigliere comunale leghista di Verona, da L’Arena di venerdì 29 luglio 2011

Cattive notizie per il podestà di Oppeano

Il Tribunale di Verona ha annullato tutte le delibere approvate dal Consiglio comunale di Oppeano riguardanti la decadenza della minoranza, rea, agli occhi del sindaco leghista onorevole (?) Montagnoli, di aver osato rivolgersi al Tar per l’annullamento di alcune delibere urbanistiche.

Avevamo visto giusto scrivendo a suo tempo  che “esiste un giudice a…Verona”.

July 31st, 2011 at 6:53 pm

Lascia una risposta