Verona Spritz

Archivio del September, 2011

Occupazione, obiettivo della sinistra

senza commenti

Uno dei motivi per cui non è ben chiara agli elettori l’alternativa che offre la sinistra al berlusconismo è costituita dalla politica dell’occupazione. In particolare non sembra che la difesa dei giovani lavoratori interessi più di tanto ai partiti della sinistra. E nemmeno ai sindacati.

Nel grande gelo che le ristrutturazioni aziendali diffondono in tutto il paese quelli che rimangono a casa per primi e senza alcuna difesa sono proprio i più deboli, cioè i lavoratori assunti con i contratti a termine. Gli unici che si alzano ogni tanto a protestare sono i precari pubblici, che governo centrale o regioni si affrettano a rassicurare e magari ad assumere (senza averne bisogno). Dei precari privati – che rimangono a casa senza che nessuno muova un dito – chi si interessa?

Non mi pare ci siano dubbi: un paese che non si cura dei propri giovani e non guarda al futuro è inevitabilmente destinato al declino.

Sull’argomento vale la pena di leggere un recente intervento di Lanfranco Turci e Sergio Cesaratto pubblicato sul quotidiano Europa. Ecco il link ad un estratto dell’articolo.

Scritto da admin

September 24th, 2011 alle 7:39 am

Le migliori della settimana

senza commenti

Quali sono le migliori battute della settimana? A voi la scelta tra:

  1. «Senza il recupero dei valori non usciremo da questa crisi»
    frase detta dai banchieri veronesi, vicentini e milanesi al convegno del Toniolo (da che pulpito!)
  2. «Tòco, Tòco!»
    esclamazione della signora veronese appena entrata nella nuova vasca all’Arsenale, profonda pochi cm.

 

Scritto da admin

September 20th, 2011 alle 6:46 am

Ridurre le circoscrizioni, pedonalizzare il centro storico

con un commento

Con una lettera aperta, inviata ai presidenti delle Circoscrizioni 1.a e 2.a della città di Verona
(centro storico e Borgo Trento+Avesa, Quinzano e Parona) e a tutta una serie di amministratori cittadini, Giulio Segato – esponente “storico”del Psi veronese, più volte amministratore (vicesindaco, assessore, consigliere, presidente del Consorzio Zai) – avanza una serie di proposte nella fase di dibattito che si apre in settimana in consiglio comunale sugli emendamenti al cosiddetto ‘Piano degli Interventi’.

Segato propone di dimezzare il numero delle circoscrizioni cittadine (attualmente otto), portandole a quattro; nella sua proposta le circoscrizioni 1 e 2 andrebbero accorpate in un’unica, grande  circoscrizione realmente uniforme non solo sotto il profilo sociale, urbanistico ed economico, ma,  ancor prima, dal punto di vista storico-culturale.

L’unificazione delle circoscrizioni diventa la premessa alla chiusura del centro storico alle automobili, alla sua totale pedonalizzazione, anche come alternativa  al traforo delle Torricelle, il tutto come fattore di tutela e valorizzazione degli aspetti che  hanno accordato a Verona il riconoscimento dell’Unesco come Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Testo della lettera ai presidenti delle circoscrizioni

Scritto da admin

September 9th, 2011 alle 6:26 pm