Verona Spritz

Il vicesceriffo e i giovani di Verona

con un commento

arrabbIl vicesceriffo Miglioranzi – memore del suo passato squadrista – si rammarica dei "ragazzi che sporcano, vomitano, urinano nelle vie del centro…"e che lo costringono in quanto presidente dell'Amia a spendere un milione per pulizia e sanificazione.Tra questi sporcaccioni di professione ovviamente Miglioranzi non include i 'butei' dell'Hellas che lasciano lo stadio sempre immacolato e tirato a lucido. Il personale dell'Amia all'indomani delle partite è schierato in massa intorno al Bentegodi solo per essere passato in rassegna dal Presidente col frustino.

Al di là delle dichiarazioni offensive dei piccoli Starace di casa nostra, rimane il rapporto impossibile della giunta Tosi con i giovani di questa città. Qualsiasi iniziativa – sia essa musicale, di ritrovo o culturale in senso lato – se esula dai canoni della normalità e del 'buon gusto' borghese viene vista con sospetto e se possibile boicottata. 

La giunta Tosi preferisce i giovani indifferenti e quelli che vanno allo stadio. Per il resto fa di tutto per 'grattare la pancia' alla parte conservatrice della città, come nella recente, odiosa, ordinanza contro il cibo ai poveri. 

Ai giovani che vanno a votare tra pochi giorni si potrebbe dire: questa è la Destra, ragazzi, sempre quella e sempre con gli stessi argomenti! Alla Sinistra va invece ricordato che – quando questa amministrazione se ne sarà finalmente andata – occorrerà ricostruire interamente il rapporto con il mondo giovanile veronese con iniziative ed attenzioni concrete.

April 26th, 2014 at 9:14 am

Una risposta to 'Il vicesceriffo e i giovani di Verona'

Iscriviti ai commenti tramite RSS or TrackBack verso 'Il vicesceriffo e i giovani di Verona'.

  1. Quando si affastellano più giudizi in una tesi precostituita, capitano i pasticci contenuti in questo blog. Si può essere di sinistra e contestare con buone ragioni Tosi e la sua giunta ma supportare il giudizio con la scarsa considerazione che il sindaco avrebbe per i giovani e più ancora con la recente ordinanza contro il cibo ai poveri finisce per diventare un imbroglio intellettuale che non giova nè ai giovani nè alla sinistra.

    Tosi ha fallito perchè i 3 fiori all'occhiello della sua decennale amministrazione(Cà del Bue, Traforo, filobus) sono per versi diversi un flop. Tosi ha fallito perchè è oggettivamente responsabile dello spoil sistem che ha messo in piedi e che è crollato sotto le inchieste giudiziarie.

    Questo non c'entra niente con la libertà di sporcare che dovrebbe essere vietata a tutti, butei ed anziani, tifosi e non ma è semplicemente un fatto di educazione che riguarda nello stesso modo destra e sinistra.

    L'ordinanza emessa da Tosi poi non riguarda  i giovani e non c'entra con la carità e con i professonisti della carità. Con queste polemiche strumentali, anzichè affossare Tosi, lo si aiuta a risalire immeritatamente la china. L'esperienza della giunta Zanotto non docet.

    Norberto

    26 Apr 14 alle 10:57

Lascia una risposta