Verona Spritz

Archivio della categoria ‘Eventi’

Il futuro è in Lussemburgo

con 2 commenti

La conferenza di Giuseppe Turani alla Fondazione Campostrini

Arriva Giuseppe Turani alla Fondazione Campostrini. La sala è abbastanza piena: un centinaio di persone. E' già un miracolo, perchè nessuno ne ha parlato, ne' l'Arena ne' il Corriere del Veneto. Argomento, la storia economica dell'Italia dal dopoguerra ad oggi.Turani è una delle stelle del giornalismo economico italiano, da anni commentatore fisso di Repubblica.

L'analisi è spietata e senza speranza: l'Italia che ha fatto il boom nel dopoguerra grazie alla manodopera a basso costo (del Sud) e lo ha proseguito (aumentando a dismisura il debito pubblico) negli anni '80, è ora incapace di mettere mano a vere riforme: il personale politico è di basso livello, le università sono troppe e dequalificate, le corporazioni troppo protette e annidate dappertutto. "Il 30% dei giovani che oggi hanno dai 25 ai 35 anni sono destinati a non entrare mai nel mondo del lavoro". I poveri studenti delle Lavinia Mondin invitati alla conferenza rimangono impietriti.

Ma il bello deve ancora arrivare: si passa a parlare delle fondazioni bancarie, dei 'mostri' – secondo Turani – perchè non rendono conto a nessuno. A seguire un attacco frontale a Tosi: "E' possibile che la defenestrazione dell'amministratore delegato della seconda banca europea (Unicredit) venga decisa da un sindaco di una città di provincia con logiche da cortile?"

Apriti cielo: si alzano due emissari del sindaco a difenderne l'onorabilità. Il primo grida a Turani "Lei ha offeso il 63 per cento dei veronesi che hanno votato Tosi!".

Il secondo – un raffinato economista – va sul palco a predicare che "il Popolo Veneto con la sua Storia e le Sue Tradizioni deve liberarsi dal giogo del Sud e diventare il centro dell'Europa".

Adesso abbiamo capito, la vision leghista è trasformare il Veneto nel Lussemburgo.

Scritto da admin

October 21st, 2010 alle 6:41 am

Posted in Eventi

ARTVERONA, quando la città respira fresco

senza commenti

Le fiere a Verona – alcune, non tutte – sono come una boccata d'ossigeno (o di elio) che solleva la nostrà città dai bassifondi provinciali dove si acquatta volentieri.

Una di queste è ARTVERONA, organizzata dalle gallerie d'arte, che attira in città il popolo degli appassionati. Un popolo dove si riconoscono tre figure fondamentali: Gli Estrosi (tacchi alti le donne, cravatta a farfalla i maschi) di regola ricchi e potenzialmente acquirenti, I Rapaci (i galleristi che affonderebbero volentieri i denti nel sangue dei primi), Gli Artisti (vestiti in modo che si veda subito che non sono come gli altri e di regola poveri&pieni di passione).

Quest'anno c'erano meno espositori (la crisi morde), ma il giro tra gli stand è stato sempre pieno di sorprese piacevoli. In più si scoprono eventi ed associazioni culturali che Verona racchiude e di cui l'Arena non parla mai. Ve ne cito 3:
http://www.izona.it/   : associazione culturale musicale
http://www.larteria.com/
  : fotografi veronesi
http://www.babiloniateatri.it/
  : teatranti d'avanguardia made in Isola Rizza

Scritto da admin

October 18th, 2010 alle 9:52 pm

Posted in Eventi

Mostre da gustare

senza commenti

Ci sono mostre a Verona meno strombazzate come 'eventi epocali' (tipo quella di Corot) che vanno assolutamente viste per le scoperte sorprendenti che riservano.

La prima è certamente  Past Present Future al Palazzo della Ragione fino al 3 giugno. Uno straordinario mix di antico e moderno con capolavori assoluti raccolti negli anni dalle varie società del gruppo Unicredit.  Ognuno si può eleggere l'opera del 'cuore'  tra quelle esposte: io ho scelto questo fascinoso Savinio del 1927.

 

 

 

 

 

 


Seconda segnalazione per una mostra per niente pubblicizzata ma da gustare per i suoi molti 'sapori'  è quella sulla pittura di paesaggio alla galleria d'Arte Moderna di Palazzo Forti (La Terra Vivente). Un centinaio di opere tra figurativo ed astratto che hanno spesso come soggetto Verona e i suoi colori.

 


Da vedere infine una piccola raccolta di una ventina di fotografie allo spazio FNAC di via Cappello. Molto più immediato di qualsiasi conferenza sul 'pericolo giallo' illustra l'invasione silenziosa dei cinesi in Africa. Da meditare…

Scritto da admin

May 1st, 2010 alle 9:27 am

Posted in Eventi